Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia: 1. Il laboratorio musicale di Marco Palasciano, 2. La grande ruota delle umane cose, 3. De natura mundi, 4. Euristicon, 5. Arca Arcanorum, 6. Urna Maris barocca, 7. Encyclopædia Cœlestis, 8. Le 77 meraviglie dell'Ottocento palascianiano, 9. Maieuticon, 10. Oniricon, 11. Dal Paleolitico a Palasciania, 12. Ortelius Room. Per maggiori dettagli cliccar qui:

lunedì 2 aprile 2012

Pesci d'aprile del 2012

Ecco tutti i miei Pesci via sms del 1° aprile 2012, in ordine cronologico (il n. 1 un istante dopo il rintocco della mezzanotte). Sostituisco qui i nomi delle persone con lettere asteriscate, non corrispondenti alle iniziali reali, in ordine alfabetico. Il n. 3 gioca su «dragare» e «drag queen». Appresso al Pesce n. 4 riporto pure le risposte dell’amico destinatario, e mie controrisposte.


1. SEQUESTRO
Mi trovo prigioniero di una banda di teppisti a Latina, vi prego, aiutatemi, servono immediatamente 2500 euro o mi taglieranno un orecchio! Venite al km 115 della statale Sabaudia-Nettuno alle 7.45 ed entrate nell’edificio con la torretta. Non chiamate la polizia. Grazie.

2. ESPLOSIONE AL MUSEO
Hai sentito il botto? Una signora impazzita dopo un aborto mal riuscito ha fatto saltare in aria con una bomba carta la sala delle Matres al Museo Campano, stamattina! Lei è perita, feriti due custodi.

3. SUICIDIO AL FIUME [ad A*]
È successa una cosa terribile. B* si è buttato a fiume, sto correndo là, stanno DRAGANDO il Volturno con l’aiuto del circolo Le Regine del Travestì. Che tristezza!

4. CAMION PRECIPITATO [a C*]
Mi trovo al *** Museum e qui tutti sono sconvolti, è successa una cosa terribile, il camion è precipitato in una scarpata per 200 metri. Purtroppo non potremo più usarlo per il pianoforte. Ora vado con un amico dal povero sig. D* che è all’ospedale in condizioni critiche, nel salernitano. Un abbraccio.
– Dici davvero?
– Lo so, sembra incredibile... Vuoi venire anche tu?
– Sono in associazione a suonare, ora non posso. Ma dici sul serio davvero?
– Assolutamente. Pensa che stanno ancora cercando la sua gamba destra sul fondo del crepaccio, sperando di riuscire poi a ricucirgliela. Fortuna che quell’uomo è forte come un toro.

5. LITIGIO AMICALE [a E*]
Sono stato ora alla SNAI e ho litigato di brutto con F*, è finita per sempre. Ora vengo da te e ti racconto tutto quello che ti teneva segreto. Ti farà male ma è giusto che tu sappia, perdonami anzi di aver taciuto fino a ora, ma ero vittima di un ricatto. Ora però basta. Ti voglio bene, arrivo tra cinque minuti, comincia a metterti seduta. O se preferisci camminiamo.

6. MINACCE [a G*]
H* è sotto casa I* e sta facendo il pazzo, la signora mi ha chiamato, sto andando a cercare di calmarlo. J* doveva andare al lavoro mezz’ora fa ma non può uscire o H* lo ammazza. Se non lo calmo io, chiameranno la polizia. J* è terrorizzato, dice la madre in lacrime.

7. DELITTO D'ONORE [a K*]
L* mi ha telefonato angosciato, M* ha beccato N* e O* in un bunker e li ha uccisi con una mazza di ferro, poi è andato a costituirsi e la polizia ha or ora portato la notizia ai familiari di N*. Una tragedia immane.

8. SUICIDIO IN GARAGE [a P*]
Sono il cugino di Marco, il poverino si è impiccato nel garage e ha lasciato una lettera per lei, dove dice di non sopportare che parta per la Colombia. Sappia che gliela faremo pagare...

9. ILLUSIONE CRUDELE [a Q*]
Ti amo.

10. REVIVAL CINEMATOGRAFICO [a R*]
Alle 4 del mattino su Iris i corti della Libera Università del Cinema 1993-1994!!! Anche Il grillo e La Madonna mi ha sorriso...!

11. ESECUZIONE [a S*]
Hai saputo? T* è morto, ucciso da dei naziskin che lo hanno lasciato sull’asfalto con un limone in bocca.

12. DISPERAZIONE [a U*]
V* mi ha telefonato, gli serve un prestito di 9000 euro, gli ho detto che devo pensarci. È disperato, in cambio è disposto anche a fare sesso. Che faccio?



COROLLARIO VIA FACEBOOK AL PESCE N. 2

I.
Ma è vero! oltre le vite umane (la signora e il suo feto recalcitrante) si sono perduti inestimabili tesori. Non scherziamo. Se non ci credete andate a vedere in via Roma. L’area adesso è transennata, l’esplosione ha reso pericolante metà facciata del museo.

II.
Ecco cosa ha distrutto quella madre impazzita, nella sua furia antisimbolica. Per la città di Capua e per la Campania tutta è un danno atroce e irreparabile! www.provincia.caserta.it/museocampano/articoli.asp?catID=16

III.
La notizia è di pochissimo fa, io lo so perché mi trovavo in giro con un amico e mentre prendevamo un caffè abbiamo sentito il botto fino da corso Gran Priorato di Malta. Siamo arrivati a via Roma e usciva il fumo dal museo. Non ci hanno lasciato entrare ma una vecchia custode sconvolta ci ha detto quello che era successo. Una cosa assurda...

IV.
È veramente straziante. La sorte si accanisce contro Capua in un modo pazzesco. Non bastava l’invasione dei ratti giganti fuori Porta Roma, da una settimana a questa parte, con quei poveri bambini morsicati e finiti in ospedale con un dito o un orecchio di meno. Ora anche questo.

V.
D’altro canto, quella dei ratti giganti è sempre meglio dell’invasione delle piattole volanti dell’anno scorso. Non sia mai che si ripeta una simile iattura per Capua: ne siamo usciti a stento vivi. Fatemi fare una grattata, va’.

VI.
– Mio dio Marco, ti rendi conto che c’è ancora gente che ci casca?
– Ci casca nel cratere dell’esplosione? in effetti è ampio, è venuta giù anche tutta una parete della pinacoteca.