Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia: 1. Il laboratorio musicale di Marco Palasciano, 2. La grande ruota delle umane cose, 3. De natura mundi, 4. Euristicon, 5. Arca Arcanorum, 6. Urna Maris barocca, 7. Encyclopædia Cœlestis, 8. Le 77 meraviglie dell'Ottocento palascianiano, 9. Maieuticon, 10. Oniricon, 11. Dal Paleolitico a Palasciania, 12. Ortelius Room. Per maggiori dettagli cliccar qui:

mercoledì 23 novembre 2011

Siamo uomini o čapekkàreli?

Cliccate qui per il resoconto dell'ottava puntata di De natura mundi. Sto intanto preparando la nona. Quel che segue, in proposito, è il frammento centrale dall'ultimo comunicato stampa dell'Accademia Palasciania.
Fotogramma da Metropolis
(1927) di Fritz Lang.
Alle ore 21.30 di domenica 27 novembre, a Palazzo Lanza (corso Gran Priorato di Malta 25) incontreremo The Doctor and the Robots. La guerra delle Due Cose: anima e corpo. La questione body/mind, già introdotta durante la scorsa puntata (Chrisztomania) e qui ripresa, sarà letta non solo in chiave fisiologica e filosofica (dagli aedi a Platone, da Cartesio alle neuroscienze) ma anche in chiave fantascientifica, orrorifica ecc., tra Pinocchio e i Terminator, con riferimento nel titolo alle tante creature robotiche e variamente finto-umane incontrate nei suoi viaggi dal protagonista di Doctor Who. Un altro Dottore in gioco sarà il medico e umanista Ferdinando Palasciano (1815-1891), del quale sarà la vigilia del 120° anniversario della morte, e al quale farà da contraltare nella nostra Wunderkammer immaginaria il diabolico professor Coppelius, maniaco del trasformare gli esseri umani in macchine e le macchine in esseri umani.
Tutto gratis, come sempre. Intanto, se non v'è trasparente il titolo del post, Siamo uomini o čapekkàreli? (cfr. Siamo uomini o caporali?), traduco: Siamo uomini o cose come quelle immaginate da Karel Čapek (e cioè i robot)?

3 commenti:

fogliospinoziano ha detto...

La diatriba tanto cara a Cartesio circa la dualità mente/corpo è stata risolta da Spinoza.

Marco Palasciano ha detto...

Ma, monsieur, mi sembra alquanto improbabile che tale questione si possa considerare già risolta!, visto che il body-mind problem figura tra quelli che secondo Philosophy Talk saranno i dieci grandi temi caldi della filosofia del XXI secolo.

Marco Palasciano ha detto...

E poi non è neanche dualità, ma trialità. Anima/mente/corpo. L'anima è il soggetto esperiente, la mente il "circùito" stampato nel corpo... Vedasi L'eros è eterno, il sesso è contingente (palasciano.blogspot.it/2012/08/leros-e-eterno-il-sesso-e-contingente.html).