Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia: 1. Il laboratorio musicale di Marco Palasciano, 2. La grande ruota delle umane cose, 3. De natura mundi, 4. Euristicon, 5. Arca Arcanorum, 6. Urna Maris barocca, 7. Encyclopædia Cœlestis, 8. Le 77 meraviglie dell'Ottocento palascianiano, 9. Maieuticon, 10. Oniricon, 11. Dal Paleolitico a Palasciania, 12. Ortelius Room. Per maggiori dettagli cliccar qui:

giovedì 17 maggio 2012

Uno status di Facebook :D

Io non capisco la gente che non capisce ciò che capisco io; ciò che io amo, e che essa non ama; e dunque non la amo. Come si fa, brutti disgraziati, a non conoscere Schnittke, per esempio, e le sue Sinfonie, per esempio la Terza, e a non comprenderle, e a non adorarle? C'è qualcosa di marcio e di sbagliato in voi, rendetevi conto; qualche ingranaggio rotto nel cervello, uno spaventevole buco nell'anima, non saprei, insomma una mancanza sventuratissima che vi priva della capacità di provare godimento per le cose celesti; e che fa di voi, forse, delle persone malvage. Quanto ringrazio gli dèi d'avermi tenuto salvo da una tale iattura, e d'avermi funestato con tutt'altre! Avrò pure una vita d'inferno, difatti, con l'anima ogni giorno rosolata e rosicata da immensi mostri ghignanti, e loro corte o coorte di mostriciattoli; ma, vivaddio, la musica più alata è in me, incistata come un cristallo meraviglioso nel mio cuore dolente e beato, e tutta l'intendo, e mi specchio nell'infinito ed esso in me, ogni istante ch'io vivo o semivivo. Maledetto dagli uomini, benedetto dalle Muse, non posso che considerarmi uno dei fortunati sulla terra.
Marco Palasciano, status di Facebook, ore 1.43 del 17 maggio 2012

1 commento:

Ars via cordis ha detto...

Maledetto dagli uomini? Forse, ma dalle donne no...