Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia: 1. Il laboratorio musicale di Marco Palasciano, 2. La grande ruota delle umane cose, 3. De natura mundi, 4. Euristicon, 5. Arca Arcanorum, 6. Urna Maris barocca, 7. Encyclopædia Cœlestis, 8. Le 77 meraviglie dell'Ottocento palascianiano, 9. Maieuticon, 10. Oniricon, 11. Dal Paleolitico a Palasciania, 12. Ortelius Room. Per maggiori dettagli cliccar qui:

giovedì 28 aprile 2011

Due discorsi palascianiani

Ricorre oggi, 28 aprile 2011, il 150° anniversario del discorso sulla neutralità dei feriti di guerra tenuto da Ferdinando Palasciano al Congresso Internazionale dell’Accademia Pontaniana di Napoli del 1861; per maggiori dettagli vedi qui.

Intanto ieri, 27 aprile, per non essere troppo da meno dell'illustrissimo prozio, ho tenuto anch'io un discorso, sebbene rivolto non a degli accademici pontaniani bensì a dei liceali giannoniani. Nei puri cuori e nelle fresche menti dei quali, comechessia, oso sognoso sperare d'aver piantato memi tali da porre in moto una rivoluzione epistemica che entro la metà del XXI secolo disabbrutisca cap à pie i connotati spirituali della Campania e del mondo, in virtù perlomeno del mero effetto farfalla se non d'una mia eccellenza maieutica tuttora da certificare (dementia semper certa, genius nunquam). Ecco intanto qui sotto, a documento della bella matinée, una foto che mi coglie intento nella lettura di Cosmopolis di Stephen Toulmin, scattata dalla signorina M.L. durante la parte VIII della conferenza De Magna Rota Rerum Humanarum. Per saperne di più, si clicchi qua.

Aula magna del liceo classico Pietro Giannone, Caserta, 27 aprile 2011.

Nessun commento: