Festival-laboratori palascianiani di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia: 1. Il laboratorio musicale di Marco Palasciano, 2. La grande ruota delle umane cose, 3. De natura mundi, 4. Euristicon, 5. Arca Arcanorum, 6. Urna Maris barocca, 7. Encyclopædia Cœlestis, 8. Le 77 meraviglie dell'Ottocento palascianiano, 9. Maieuticon, 10. Oniricon, 11. Dal Paleolitico a Palasciania, 12. Ortelius Room. Per maggiori dettagli cliccar qui:

mercoledì 26 ottobre 2011

Altro che scuole Holden e Pseudoholden: ve lo do io il laboratorio di scrittura

Cliccate qui per il resoconto della quarta puntata di De natura mundi, cari, e vi autochirofagizzerete per non esserci stati.

Sto intanto preparando la quinta puntata. In proposito, frammento centrale dall'ultimo comunicato stampa dell'Accademia Palasciania:
Alle ore 21.30 di domenica 30 ottobre, a Palazzo Lanza (corso Gran Priorato di Malta 25), vi aspetta Gli esordi del caos. Te lo do io il laboratorio di scrittura. La sala eventi della libreria Guida Capua sarà adibita a bottega di narrativa e poesia, con esempi pratici, tra excerpta e composizione dal vivo. Il titolo della puntata, Gli esordi del caos, è un omaggio ad Antonio Moresco (autore degli Esordi e dei Canti del caos, massimi capolavori della letteratura italiana degli ultimi decenni), del quale giusto quel giorno sarà il compleanno. Quanto al sottotitolo, Te lo do io il laboratorio di scrittura, è un gioioso sberleffo alle infinite scuole Holden e Pseudoholden fiorite per l’Italia.
La prima parte della serata, omette di dire il comunicato, si intitolerà O buon Apollo, salvaci dalla poesia mediocre!; la seconda Racconto, romanzo, opera mondo.

Ed è, naturalmente, tutto gratis.

Antonio Moresco e Marco Palasciano. Palazzo Fazio, 2009.

Nessun commento: